#rientriamoascuola

1 settembre 2020 ore 9.30.

Primo collegio in presenza del nuovo anno scolastico, in un auditorium, non a scuola. Non il primo collegio, però. Ne abbiamo già fatto uno a distanza la settimana scorsa.

Come mi sento?

Al sicuro e spaventata.

Al sicuro perché sono certa che il mio Dirigente e i colleghi che hanno collaborato per organizzare la ripartenza abbiano fatto tutto il possibile per proteggere tutti con ogni mezzo a disposizione o, per meglio dire, nonostante i mezzi a disposizione.

Spaventata perché ho capito che se da un lato abbiamo dispenser per disinfettare le mani, banchi a un metro di distanza, mascherine… non tutti hanno veramente capito quanto sia importante non toccarsi la faccia, lavarsi le mani se ti soffi il naso, tenere il naso DENTRO la mascherina, stare distanziati per quanto possibile…

Non tutti hanno capito che tenere la mascherina per qualche ora non lede la nostra libertà, né quella degli studenti, e non è nemmeno uno strumento di tortura. Portare la mascherina  è una opportunità, qualcosa per cui essere grati e non lamentosi o arrabbiati.

Se si porta la mascherina chirurgica si protegge soprattutto gli altri (ci vuole qualcosa di più se vogliamo davvero proteggere noi stessi) ma se tutti fanno la loro parte, TUTTI saranno più protetti.

I nostri comportamenti saranno di esempio. Se sapremo cosa fare e rispetteremo per primi le regole che pretendiamo che gli altri rispettino, allora anche i ragazzi avranno fiducia in noi e si comporteranno di conseguenza e così, forse, la scuola avrà un’occasione per farcela.

Buon nuovo inizio a tutti!

Vi abbraccio (a distanza si può)!

Barbara

Rispondi